UNA NUOVA AVVENTURA

Kairós (καιρός), traducibile con tempo cairologico, è una parola che nell’antica Grecia significava “momento giusto o opportuno” o “momento supremo”. Gli antichi greci avevano quattro parole per indicare il tempo: χρόνος (chronos), καιρός (kairos), αιών (Aion) e ενιαυτός (Eniautos). Mentre la prima si riferisce al tempo cronologico e sequenziale, la seconda significa “un tempo nel mezzo”, un momento di un periodo di tempo indeterminato nel quale “qualcosa” di speciale accade, la terza invece si riferisce al tempo eterno e la quarta indicava un anno (…). Mentre kronos è quantitativo, kairòs ha una natura qualitativa.

L’idea di Kairòs nasce appunto da un aspetto qualitativo, e non quantitativo: anche il momento così delicato per il nostro Paese può costituire un Kairòs, una buona occasione per andare oltre il tempo scandito da un orologio, un momento propizio per riscoprire se stessi e coltivare idee. Kairòs nasce negli spazi del laboratorio fotografico asphoto, per dare l’opportunità a chi non ce l’ha di farsi conoscere e i meriti a chi fa notare particolari che ai più sfuggono, a chi è dotato di particolare talento o sensibilità,  spesso si fa sopraffare da chi sa capitalizzare al meglio il poco che possiede. Nasce per chi lavora ad un progetto, impiegando risorse, tempo, denaro…

Nasce per chi ha il coraggio di pensarla diversamente dal gregge, per chi rimane solo ma continua per la sua strada e con le sue idee. Nasce soprattutto per far scoprire al maggior numero possibile di persone dei tesori nascosti che già possediamo e non lo sappiamo. Vuole creare una serie di “momenti opportuni”, storie positive di arte, letteratura, folklore e di argomento sociale per mostrare una Calabria giovane e bella che nonostante tutto cerca di rimanere Qui, per cambiare qualcosa e costruire positività in questa terra meravigliosa.